STYLE

19 Dicembre 2022

Articolo di

string(16) "Alessandro Giura"
Alessandro Giura

I funghi salveranno la moda (e il pianeta)?

STYLE

19 Dicembre 2022

Articolo di

Alessandro Giura
Funghi tessuto Stella McCartney

I funghi salveranno la moda (e il pianeta)?

Il mondo della moda è in costante evoluzione. Il motivo? La ricerca della sostenibiltà. I designer che operano in modo sostenibile rappresentano il futuro di un settore in crescita e in rapido sviluppo in un’industria globale che sta cercando soluzioni alternative specialmente per quanto riguarda i prodotti in pelle. Tra le tante idee per cercare un’alternativa si stanno testando le stoffe ricavate dalle bucce degli agrumi e dalle alghe. Ma quella che sembra averla spuntata è il tessuto ricavato dai funghi.

Funghi Mylo Tessuto

Come mai? Un prodotto fungino è completamente biodegradabile, colorato, idrorepellente, isolante, impermeabile, antimicrobico, abbastanza resistente e addirittura fa bene alla pelle. Caratteristiche perfette per realizzare un tessuto. La parte scelta per farlo è il micelio, l’apparato vegetativo composto dall’intreccio delle radici filiformi. La fibra di funghi viene fatta crescere in vasetti di forma circolare e dopo due settimane circa il micelio viene raccolto e i dischi messi a macerare in un liquido.

L’idea di svilupparci materiale tessile arriva dall’Olanda dove qualche anno fa è stato ideato il tessuto MYCOTEX. Questo interessantissimo materiale può essere riparato, sostituito o aggiunto quando necessario. Per esempio, una volta che l’abito con cui è prodotto non è più utilizzabile, viene facilmente compostato e reinserito nel ciclo biologico. Ora tante altre aziende cercano di sviluppare materiale tessile dal micelio e i grandi marchi si stanno interessando. Balenciaga ha annunciato che introdurrà il micelio nella produzione di borse, cappotti o calzature. Stessa cosa farà Hermès.

Funghi Tessuto

L’aspetto interessante è poi che il micelio ha gli occhi puntati addosso anche per la distruzione e lo smaltimento dei prodotti tessili. È stato scoperto che i funghi mangiano meglio le fibre organiche come il cotone e la canapa e masticano più velocemente gli oggetti non tinti.

L’interesse per i funghi è molto forte all’interno della fashion industry. adidas, Kering, Lulemon e Stella McCartney hanno preso parte tutte assieme al finanziamento di Bolt Threads, una start-up che ha sviluppato e brevettato il tessuto “Mylo”, ovviamente a base di micelio. Non a caso la hit-bag di Stella McCartney Frayme Mylo è completamente realizzata con questo materiale.

È diventato ormai chiaro che le maison del lusso e i brand streetwear siano in missione verso lo sviluppo sostenibile per garantire un migliore futuro, e per farlo i grandi marchi operano sempre di più guardando all’esterno dei propri confini.

Funghi Tessuto fashion show Stella McCartney

Siamo di fronte a qualcosa che con la ricerca e l’avanzamento tecnologico potrebbe rivoluzionare l’universo fashion sia per creare che per distruggere in maniera vegana e sostenibile. La produzione di eco-fibre come MYCOTEXT e Mylo permetteranno in un futuro molto prossimo di avere un settore moda green ed ecosotenibile, capace di unire l’innovazione e la ricerca tecnologica all’estro creativo degli stilisti e dei designer e all’utilizzo delle risorse naturali già esistenti.

advertising

advertising

most read

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

related

most read

condividi su

Link copiato
negli appunti!

Iscriviti alla newsletter

Privacy(Obbligatorio)