STYLE

20 Febbraio 2023

Articolo di

string(26) "Simone Dal Passo Carabelli"
Simone Dal Passo Carabelli

La collezione FW23 di JW Anderson si ispira all’arte di Michael Clark

STYLE

20 Febbraio 2023

La collezione FW23 di JW Anderson si ispira all’arte di Michael Clark

JW Anderson si è sempre contraddistinto per una linea creativa sperimentale attraverso la quale nel corso degli anni ha conquistato l’attenzione della critica fashion: il brand è riuscito parallelamente ad avvicinarsi anche al pubblico mainstream attraverso collaborazioni d’eccezione con alcune delle realtà più influenti del mondo streetwear e casualwear, tra cui Converse, UNIQLO e Moncler.

A tal proposito, nelle ultime ore, la maison ha presentato la propria inedita collezione Fall/Winter 2023, prendendo ispirazione dall’arte della danza: il ballerino e coreografo scozzese Michael Clark è stato il soggetto chiave per la progettazione della linea. All’interno della Roundhouse di Camden, dove in precedenza si sono svolte molte delle esibizioni di Clark, i modelli si sono esibiti indossando capi propriamente ispirati alla figura del professionista. Canotte bianche con logo Michael Clark, maglioni deconstructed e top con riferimenti al lavoro dell’artista sono stati evidenziati all’interno della presentazione, compresa la salopette con la grafica dello smile, ossia un’interpretazione in chiave JW Anderson di uno dei costumi di Clark.

Il designer ha pubblicato sulle sue storie Instagram alcune importanti informazioni riguardanti le fonti di ispirazione della linea, definendo Clark come l’artista che meglio rappresenta il crocevia tra moda e cultura. “Danza, musica, arte, moda sono tutte discipline che fanno parte del suo universo creativo. Michael Clark non è solo un coreografo, ma un’autentica bandiera della cultura britannica in generale”.

Dal punto di vista delle silhouette, all’interno della presentazione si sono resi protagonisti capi come tailleur grigi, cappotti con trame a quadri, abiti dai toni earthy, magliette a righe e gilet sartoriali asimmetrici.

Se la prima parte della collezione sembra essere progettata per diventare volutamente indossabile, la seconda parte di show ha messo in luce l’estro artistico per cui è noto Jonathan Anderson, rendendo protagonisti colletti triangolari oversize, sbuffi di tessuto arruffato e addirittura capi ornati da piume.

Mentre guardavo indietro al mio archivio per la realizzazione di questa collezione resuscitando elementi di ogni collezione degli ultimi quindici anni, Michael mi ha lasciato sfogliare e reinterpretare il suo.

Jonathan Anderson

Jonathan Anderson

advertising

advertising

most read

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

soldoutservice

related

most read

condividi su

Link copiato
negli appunti!

Iscriviti alla newsletter

Privacy(Obbligatorio)